Pasqua, trekking nel cuore dei Sibillini, Norcia PG, 29/03/2024 - Umbria in Festa
 

Umbria in festa

Sagre, Fiere, Feste ed Eventi della regione Umbria


| Altri
  

Dettagli evento:

mar 29 2024

Pasqua, trekking nel cuore dei Sibillini

Quattro giorni di escursioni nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini

Letture: ... - Escursioni a Norcia - PG


Approfondimenti: INSERISCI un approfondimento
dove: Monti Sibillini
Castelluccio di Norcia
data: venerdì 29 marzo 2024, dalle 10:30 alle 00:00
intrattenimenti:
info sul luogo:

Qui trovi maggiori informazioni su questo evento
Organizzazione: Passamontagna Viaggi
Referente: Marta Zarelli
E-mail: Contatta il referente
Telefono: 3334310165
Pasqua, trekking nel cuore dei Sibillini
Descrizione evento:
Quattro giorni nella natura selvaggia dei Monti Sibillini. Itinerari di trekking e di spazi sconfinati nelle zone simbolo del Parco Nazionale. Nelle diverse giornate le escursioni avranno come sfondo lo spartiacque dell’Appennino Centrale con viste mozzafiato sul versante sia adriatico che tirrenico. Castelluccio di Norcia e i paesi dell’alto Nera, tutti ricchi di storia e legende, dove ancora sono visibili i danni e la ricostruzione dopo i terremoti del 2016. Partenza da Visso, il centro abitato più grande e sede del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, per raggiungere la frazione di Fematre e salire al Monte Fema (m 1575). Dai prati sommitali, generalmente pieni di fiori spontanei, si potrà godere di una vista stupenda su tutta la parte meridionale dei Monti Sibillini. Castelluccio di Norcia e i suoi piani sono lo scenario per un giro ad anello sul pian grande mantenendo all’inizio una posizione elevata per poi scendere e immergersi nei prati spesso insieme a piccoli gruppi di animali al pascolo brado. Il Monte Vettore (m 2476) sempre in primo piano. Da Frontignano di Ussita escursione per il M. bove sud uno dei massicci più rocciosi dei Monti Sibillini e regno indiscusso del Camoscio appenninico. Per finire un’escursione sull’altopiano di Macereto per ammirare lo splendido Santuario rinascimentale che lo domina. Un giro ad anello per conoscere una zona ricca di cultura pastorale e agricola di antiche tradizioni.

PROGRAMMA DI VIAGGIO

29 marzo (giorno 1)
Il grande Monte Fema
Luogo di ritrovo: Visso (MC) ore 10:30

Dal piccolo paese di Fematre si sale al Monte Fema (m 1575) passando per una zona con grande vocazione per l’allevamento di ovini e bovini. Una montagna di confine e realtà rurali differenti tra le Regioni Umbria e Marche. Bellissime praterie di montagna e uno scorcio speciale sui Monti Sibillini camminando su un tratto del Sentiero Italia. Al termine dell’escursione spostamento in hotel per il check-in, relax e cena tipica.

Dati tecnici itinerario

Lunghezza: 10,5 km
Dislivello: + 650m |- 650m
Tempo: 4h30 escluse le pause
Difficoltà: E
Interesse: naturalistico
Servizi inclusi: pernotto in mezza pensione

30 marzo (giorno 2)
Castelluccio e i suoi grandi spazi
Dopo colazione breve spostamento in macchina per inizio escursione a Castelluccio di Norcia (circa 20 minuti). La magia di questo piccolo centro abitato sperduto in un sistema di piani coltivati per la maggior parte a cereali. La famosa lenticchia di Castelluccio e altre colture antiche che ancora vengono prodotte in questa zona delicatissima dal punto di vista ambientale. Si cammina per gran parte del tempo sul GAS (grande anello dei Sibillini). Una giornata in montagna ricca di scorci verso est sulle vette più alte della catena dei Monti Sibillini e verso ovest la piana di Santa Scolastica e la città di Norcia.

Dati tecnici itinerario

Lunghezza: 17 km
Dislivello: + 500m |- 500m
Tempo: 5h escluse le pause
Difficoltà: E
Interesse: naturalistico
Servizi inclusi: colazione, pernotto in mezza pensione

31 marzo (giorno 3)
Nel regno dei Camoscio
Dopo colazione breve spostamento in macchina per Frontignano di Ussita (circa 20 minuti). Il Monte Bove (m. 2169) è uno dei massici montuosi posizionato al centro della catena dei Monti Sibillini. Dalle sue vette è possibile ammirare tutte le cime dei Sibillini spaziando con lo sguardo su gole vertiginose, praterie sommitali e pareti rocciose. Un panorama a 360 gradi sull’Appennino Centrale dove domina a sud il Gran Sasso d’Italia. Dal 2009 è stato protagonista della reintroduzione del Camoscio appenninico per la sua particolare conformazione rocciosa e non è difficile incontrarne qualche gruppo sulle rocce vicine al sentiero. Un’escursione di grande soddisfazione.

Dati tecnici itinerario

Lunghezza: 17 km
Dislivello: + 500m |- 500m
Tempo: 5h escluse le pause
Difficoltà: E
Interesse: naturalistico
Servizi inclusi: colazione, pernotto in mezza pensione

1 aprile (giorno 4)
La cultura pastorale Sopravissana
Dopo colazione si lascia l’hotel per un breve spostamento in macchina per il Santuario di Macereto (circa 25 minuti). Un luogo che è crocevia di antichi percorsi storici. Passando per il Santuario di Macereto si arrivava (e si arriva) grazie alle pratiche stagionali della transumanza verso la maremma Laziale e Roma. Itinerario ad anello negli spazi sconfinati dell’altopiano di Macereto prima di fare sosta ad un’azienda agricola locale dove si degusteranno i famosi formaggi pecorini dei Sibillini. Fine attività prevista ore 15.00

Dati tecnici itinerario

Lunghezza: 8 km
Dislivello: + 350m |- 350m
Tempo: 3h30 escluse le pause
Difficoltà: E (impegnativa)
Interesse: naturalistico, storico
Servizi inclusi: colazione, degustazione formaggi

👉 Info e prenotazioni
Passamontagna Viaggi
📲 333.4310.165 (anche WhatsApp)
✉️ info@passamontagnaviaggi.it
Nei pressi di questo evento puoi:
Mangiare Bere Dormire Divertirti Rilassarti Informarti Altro

Commenta e condividi attraverso Facebook!




Ultimi eventi inseriti
Approfondimenti
serata di solidarietà per le cure palliative domiciliari e...
Amici, abbiamo organizzato una serata Speciale un Evento Straordinario. Domenica 16 Agosto, nel...
a Cascia dal 31 ottobre al 2 novembre
La quattordicesima edizione della “Mostra Mercato dello Zafferano Purissimo” di Cascia,...
Corteo Storico "La Giostra del Giglio"
I Sapori dei Casati è la prima edizione di una tre giorni di degustazioni dei tipici piatti della...


 
Redazionali
Il meteo in Umbria
Meteo Umbria